HOMEHome.html
FILOSOFIAFilosofia.html
Eventi Realizzati

Eventi Realizzati


Ricostruzione o Rinnovamento


Quando Gandhi ritornò dall’Europa ed Africa in India nel 1915, con un’ampia visuale d’esperienza del mondo coloniale e dei risultati ottenuti da questo mondo nei paesi colonizzati (con ricchezza solo concentrata nelle città mentre le aree rurali erano sempre più povere) e, nel contempo, la nascita di nuove iniziative sociali ed attitudini di cambiamento riguardanti il crescere della povertà mondiale, trascorse più di un anno visitando i villaggi indiani.

Egli trovò e si fermò nei villaggi più piccoli ed abbandonati, anche se le guide che lo accompagnavano volevano mostrargli solo i centri più grandi ed importanti, meno poveri e privilegiati, quelli dei feudatari e possidenti terrieri.

Al suo ritorno scrisse un piccolo libro, il suo testamento morale per il futuro e la vera libertà dell’India “l’India non sarà libera senza la vera libertà del villaggio”.

Il titolo di questo libro è “VILLAGE RECONSTRUCTION”.

Egli scelse questo titolo non pensando solo alla “ricostruzione” ma al “rinnovamento” dalla base nella stessa idea del Santo Padre Papa Pio XI, idea proposta nello stesso periodo, che diceva “OMNIA INSTAURARE IN CHRISTO”.



Quindi la nostra organizzazione “VILLAGE RECONSTRUCTION ORGANISATION” ha adottato questo nome per portare ai villaggi la salvezza e la liberazione, e non solo la ricostruzione.

Il nostro obiettivo primario è la ricostruzione della coscienza e della solidarietà della comunità. I due motivi del declino dei villaggi sono l’estrema povertà ed i disastri (cicloni, uragani, inondazioni, siccità ed in ultimo lo tsunami), aumentati gradualmente poiché le singole disgrazie familiari non sono affrontate con l’aiuto di tutta la comunità del villaggio.

Il primo ed ultimo obiettivo del servizio comunitario è il ripristino delle attitudini, delle strutture e delle responsabilità, per il progresso della sopravvivenza comunitaria. Per ciò il nostro primo lavoro è di uno, due mesi di studio nel villaggio, per motivare la comunità ed ogni singola famiglia su questi obiettivi, con differenti varietà di prove (costruzione, artigianato, forestazione, educazione, cultura, rispetto).

Solo quando tutte le famiglie che compongono la comunità hanno superato tutte le prove, è possibile iniziare la costruzione del villaggio.

Nella nostra attività abbiamo dei volontari; i volontari sono necessari per dimostrare che il nostro interesse non ha secondi fini e che il nostro aiuto è disinteressato.


Non è sufficiente dare un’ inizio, bisogna dare una prospettiva duratura nel tempo, garantire l’appoggio alla comunità; non solo la casa, ma la terra, il lavoro, l’educazione, la cultura.

E’ necessario avere un volontario che viva nel villaggio per dare un apporto continuo agli abitanti, per diverso tempo insegnare, risolvere i conflitti, per confidarsi ed ottenere la fiducia di tutti.

Quale fu un problema reale di tutte le organizzazioni nei villaggi di pescatori colpiti dallo TSUNAMI? : di studiare il carattere delle comunità e pianificare la vita comune dopo il disastro.

Dove la Fede prima del tragico evento, fece una Comunità Cristiana, fu più facile risolvere i problemi; dove non esisteva fu tutto più difficile.

La migliore strada per una comunità tra uomini, per creare l’armonia e la pace è nello sviluppo dell’unione, la cura dei bambini, l’educazione al rispetto della natura, la creazione di un nuovo ambiente in cui vivere mediante la piantumazione degli alberi, l’educazione ad una nuova vita.

La nostra vocazione è essere dei buoni vicini e dei buoni samaritani.

Il fondamento per lo sviluppo dei villaggi poveri ed abbandonati, ove il governo non è presente, è la presenza del volontario, come fece e ci insegnò Gesù.

La presenza del volontario non è retribuibile, deve venire dal cuore, deve essere gratuita.

La CARITAS Italiana, l’Arsenale della Pace, International Help, La Ragnatela, la Facoltà di Architettura di Torino, tutti i gruppi e gli amici torinesi che contribuiscono, con la nostra VILLAGE RECONSTRUCTION ORGANISATION, in India danno aiuto e fiducia al nostro lavoro sulla costa colpita dallo Tsunami e nei luoghi ove popolazioni povere stanno soccombendo.

M.A.Windey sj


Scarica il PDF con tutte le locandine degli eventi (3,3MB)


Torna su

 
OBIETTIVIObiettivi.html
IMMAGINIImmagini.html
CONTATTIContatti.html
Come AiutarciCome_Aiutarci.html
I volontari VROI_volontari_VRO.html
Tsunami 2004Tsunami_2004.html
Progetti in corsoProgetti_in_corso.html
Progetti RealizzatiProgetti_Realizzati.html